Insegnamento
IMPIANTI INDUSTRIALI
IN04103830, A.A. 2018/19

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
INGEGNERIA GESTIONALE
IN0522, ordinamento 2008/09, A.A. 2018/19
1175067
Crediti formativi 9.0
Denominazione inglese INDUSTRIAL PLANTS
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Tecnica e Gestione dei Sistemi Industriali (DTG)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede VICENZA

Docenti
Responsabile DARIA BATTINI ING-IND/17

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Ingegneria gestionale ING-IND/17 9.0

Modalità di erogazione
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Organizzazione della didattica
Tipo ore Crediti Ore di
Corso
Ore Studio
Individuale
Turni
LEZIONE 9.0 72 153.0 Nessun turno

Calendario
Inizio attività didattiche 25/02/2019
Fine attività didattiche 14/06/2019

Syllabus
Prerequisiti: Conoscenze di base di Impianti Meccanici
Conoscenze e abilita' da acquisire: L'obiettivo del corso è quello di fornire le conoscenze teoriche di base nel campo dell'analisi, progettazione e gestione di sistemi di assemblaggio flessibili ed ergonomici in contesti produttivi di tipo Assembly To Order e Make To Order.
Modalita' di esame: L'esame sarà scritto e il tema diviso in tre quesiti, il primo un esercizio numerico e il secondo e il terzo quesiti teorici inerenti le tematiche trattate a lezione.
Criteri di valutazione: La valutazione terrà conto che lo studente abbia acquisito le conoscenza di base relative alla progettazione numerica di un sistema di assemblaggio e le conoscenze teoriche indispensabili per affrontare analisi tempi e metodi, ergonomiche e gestione dei materiali di assemblaggio.
Contenuti: 1) definizione di Sistema di Assemblaggio e nozioni di base.
2) Procedura integrata di progettazione di un sistema di assemblaggio flessibile ed ergonomico: fasi principali, obiettivi di ciascuna fase, strumenti disponibili. Il calcolo del Tempo Ciclo.
3) Il Group Assembly. Procedure quantitative per l'identificazione delle famiglie di assemblaggio costituite da modelli simili. Tecnica PFA, il metodo di King, tecniche di clustering, Single and Complete Linkage e costruzione del Dendogramma.
4) Definizione del ciclo caratteristico di assemblaggio e del diagramma delle precedenze combinato di una famiglia di prodotti. Metodi di rappresentazione dei cicli di assemblaggio.
5) Layout dei sistemi di assemblaggio e scelta del regime di svincolo. I diversi livelli di automazione nei sistemi di assemblaggio.
6) Tecniche di rilevamento dei tempi di assemblaggio:cronotecniche, MTM e MOST, il Work Sampling.
7) Metodologie di analisi ergonomica delle attività di assemblaggio e normative di riferimento(in particolare metodi OWAS, OCRA e NIOSH, Snook e Ciriello). Progettazione ergonomica del Work Place e principi di base ergonomici per la progettazione della postazione di assemblaggio.
8) Tecniche di bilanciamento di linee di assemblaggio di tipo Single Model a cadenza imposta e non imposta. Euristici di bilanciamento SALBP-1, SALBP-2 e metodo di Kottas-Lau. Programmazione lineare per risolvere problemi di bilanciamento.
9) Criteri di bilanciamento di sistemi di assemblaggio multi-models e mixed-models. La costruzione del Virtual Average Model. 10)Sistemi di assemblaggio del tipo tavola rotante multi-giro per bassi volumi produttivi.
11) Inbound Logistics e Lot Sizing, la tecnica SMED.
12) Calcolo delle scorte di sicurezza di moduli e sub-assemblati disponibili per un sistema di assemblaggio di tipo ATO.
13) Part Feeding Problem e il concetto di supermarket. Il Consignment Stock. Problematiche di movimentazione dei materiali discreti e continui all'interno dei sistemi di assemblaggio. Il calcolo del numero di cartellini Kanban.
14) Casi aziendali e seminari.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: L'insegnamento si baserà su lezioni frontali seguite da esercitazioni numeriche esemplificative svolte dal docente alla lavagna. Un learning game (Assembly Game) sarà svolto a partire dal secondo mese di lezione e gli studenti saranno divisi in team di lavoro. Il learning game ha lo scopo di favorire l'apprendimento dei metodi teorici e la loro applicazione ad un caso reale. Infine saranno organizzati due seminari con casi reali presentati da manager aziendali.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Il libro "Logistica Integrata e Flessibile" è consigliato ma non obbligatorio. Il materiale del corso sarà fornito tramite Moodle direttamente dal docente. Il libri fungono da completamentamento.
Testi di riferimento:
  • Pareschi, Persona, Ferrari, Regattieri, Logistica Integrata e Flessibile. --: Esculapio, Bologna, 2010.
  • A. Dolgui, Supply Chain Engineering. --: Springer, 2010. Cerca nel catalogo